Snowboarder della Domenica

Come diventare uno Snowboarder della domenica

1. Parlare la lingua
Ogni volta che parlate di fare snowboard, usate SEMPRE le parole andare in tavola. Nello stesso modo, gli snowboarder si dovrebbero chiamare tavolati. “Vado a fare un pò di tavola” o “Sei un tavolato?” sono due delle frasi che avete sicuramente sentito nel vostro resort. Quando incontrate gli amici al bar in montagna, cercate sempre di urlare “Ho appena fatto un mega air”.

2. Comprare un leash (fascetta di sicurezza)
Scendete sempre con il leash allacciato, preferibilmente uno di quelli col velcro che si allacciano sotto al ginocchio: il migliore è quello più orrendo e grosso. E se qualcuno vi dicesse che il leash non diminuisce affatto le probabilità di perdere le tavola? Semplice – fregatevene! Il vero snowboarder della domenica crede che sia uno strumento di sicurezza indispensabile per tutti i tavolati. E quindi anche per voi…

3. Cambiare lo stance
Utilizzare un passo super stretto ed impostare l’angolo degli attacchi fino a ­+45 e +30 gradi. State facendo tavola per cui non dovete preoccuparvi dell’instabilità della stessa e del fatto che a malapena ci si sta in piedi o che le angolazioni degli attacchi vi facciano piegare le ginocchia in modo orribilmente errato! Prestate la massima attenzione a questo punto perché è molto importate, in quanto da una certa distanza è forse l’elemento distintivo più caratterizzante di un vero snowboarder della domenica. Beh, forse subito dopo quello descritto nel punto n° 4.

4. Acquistare un cappello stravagante
Non esiste un indizio visivo più appropriato che definisca lo status di snowboarder della domenica. I cappelli stravaganti sono eccentrici, e gli snowboarder della domenica amano l’eccentricità. Un gran cappello felpato da buffone è un’ottima scelta, ma anche terrificante drago di feltro fa la sua bella figura. Se è anche dotato di campanellini, allora è il top del top per uno snowboarder della domenica.

5. Bere Vin Brulè
Il Vin Brulè è la tipica bevanda da pranzo dello snowboarder della domenica. Potete pure dimenticarvi dell’acqua, della Coca Cola o della Sprite – Il Vin Brulè sballa! Ed è più divertente che essere sobri. Specialmente in montagna. Quel mal di testa pulsante, ed il fatto che abbiate passato l’intero pomeriggio girando in maniera pietosa e cadendo continuamente, dimostra solamente che siete solo sulla strada giusta. Inoltre, se non vi fosse scontrati con tutte quelle persone, sareste anche riusciti a chiudere un tindy spettacolare su quella gobba in pista. E comunque sia, quei deficienti egoisti non dovrebbero starsene lì.

6. Andare in snowboard come degli idioti
In qualsiasi posto vi troviate, cercate di andare più veloce di quello che potete, cercando di avere meno controllo possibile. L’ideale, sarebbe non aver alcun rispetto per la sicurezza di se stessi e degli altri ed un buon inizio può essere buttarsi alla cieca a velocità sostenuta, senza aver controllato che ci sia qualcuno dall’altra parte. Cercate anche di urlare “radicale” ed ogni volta che se ne presenta l’occasione, fate le linguacce agli sciatori. Se avete dei campanellini sul cappello… fateli suonare. Yeah!

7. Essere “cattivi”
Il tavolato è un ribelle che pratica uno sport underground, figo e di moda, ma che è diffamato dalla stampa mondiale. Meglio agire nel modo più cattivo. Dopotutto, lo snowboarding non viene sistematicamente utilizzato dalle grandi aziende per commercializzare i propri prodotti? No, voi siete cattivi dentro. Quella striscia di protezione solare fluorescente sotto gli occhi la dice lunga. Bastardi.

8. Trattare male gli sciatori
Tutti conoscono l’eterna rivalità tra gli sciatori e tavolati, questo perché gli sciatori sono un branco di imbecilli non abbastanza fighi da andare in tavola. Nella terra degli snowboarder della domenica questa rivalità è molto accesa, cercate quindi di non dare retta a coloro che vogliono metterci una pietra sopra e sfottete quei sfigati il più possibile. Dopotutto, sono dei bacchettoni con le bacchette. Cosa? Sarei un finocchio su una tavoletta? Beh allora tu sei un idiota su due stecchi. Chiappe basse sopra ad un’asse? Fottuto incapace su …mmm… sui tuoi sfottuti sci piatti. Si, gliene ho cantate quattro.

9. Travolgere le persone che si incontrano…
… urlandogli che vi hanno tagliato la strada.

10. Be ‘down’ with the locals
Quando incontrate delle ragazze in vacanza in un nightclub di Verbier, banfatevela su quanto siete bravi ad andare in tavola mentre state offrendo pretenziosi cocktail a prezzo pieno, nella vana speranza di rimediare una sveltina in bagno, quando in realtà vi stanno usando per ubriacarsi alle vostre spalle per poi passare al tavolo di quei rider semi sponsorizzati che se ne stanno in disparte con l’aria annoiata, visto che i loro sponsor gli hanno mandato dei berretti del colore sbagliato e quindi vogliono fare due chiacchiere con il loro team manager in quanto è la terza volta che succede e non dovrebbero mai capitare cose del genere. “ooh guarda quelle due inglesine ubriache, Enrique secondo te ce le facciamo tutte due?

by Method Magazine

  • Parkerone on Facebook

  • CRAZYBOARDS ON YOUTUBE

  • CRAZYBOARDS ON VIMEO

    We Ride Parkerone 2015 - Crazyboards Team Snowboard
    We Ride Parkerone 2015 - Crazyboards Team Snowboard
    Sky Dancing - Bondone Snowboarding 2014 - CrazyBoardsTeam Snowboard
    Sky Dancing - Bondone Snowboarding 2014 - CrazyBoardsTeam Snowboard
  • Slideshow

Torna all'inizio