Trick e Grab Snowboard

TRICK E GRAB SNOWBOARD

RICORDATI DI OSARE SEMPRE (CON LA TESTA)…

 

FRONTSIDE AIR:
Per eseguirlo bene bisogna: flettere le gambe al petto, afferrare la lama tra le punte dei piedi con la mano posteriore appena davanti all’attacco posteriore, ruotare il bacino e distendere il braccio che grabba e la gamba anteriore (anche se così diventa quasi un MELON).
Il braccio libero va portato in avanti all’altezza della spalla per bilanciare.
E’ un trick difficile de eseguire bene, la perfezione si ha se la tavola è perfettamente parallela al terreno.

BACKSIDE AIR:
La tecnica è uguale a quella del frontside invertendo solo le cose: la mano che va a grabbare è quella anteriore e la lamina è quella di backside. Occhio a non scomporti.

STALE FISH:
La mano dietro va a grabbare tra i piedi la lama dei talloni.
Per poter fare questo, la tavola deve essere ruotata di un trentina di gradi verso la frontalità e il braccio libero va disteso sull’asse della spalla e alla sua altezza.
Anche in questo caso, sono le gambe che vanno verso la mano che grabba, questo trick ha il vantaggio di non sbilanciare molto.
Fa molto old style e prevalentemente viene eseguito in pipe; sui jump generalmente viene abbinato a rotazioni back side. Se eseguito durante quelle frontside è una manovra tutta da scoprire.

NOSE/TAIL GRAB
Afferrare con la mano davanti la punta della tavola (nose grab).
Afferrare con la mano dietro la coda della tavola (tail grab).
La regola di base, ovvero portare le gambe alla grabbata e non viceversa vale anche in questo caso; una volta afferrata la tavola si distende leggermente le gambe.
Il braccio libero va disteso in asse con la spalla e alla sua altezza, ma dipende molto dal tipo di manovra abbinato. Esso infatti deve compensare lo sbilanciamento dell’asse corporeo e va quindi disteso nella direzione opposta allo sbilanciamento.
Sono due tricks bellissimi e in pipe rendono tantissimo.
Un trucchetto in questo caso è iniziare a compensare col braccio libero prima di grabbare.

JAPAN AIR:
La mano davanti va a grabbare sulla lama delle punte vicino al piede anteriore al suo interno, passando però all’esterno del ginocchio. (la foto in realtà infatti non è corretta perchè la mano sta andando a grabbare all’esterno del piede mentre dovrebbe essere all’interno).
È una di quelle grabbate un po’ incasinate che vengono usate relativamente poco. E’ stata molto in voga qualche anno fa, ora un po’ meno ma è sempre molto efficace. E’ un trick molto comune anche nello sk8.
Una volta che avete flesso le gambe al petto, andate direttamente a grabbare passando davanti alla caviglia, una volta afferrata la tavola tiratela leggermente verso l’alto.
Il braccio libero anche in questo caso va ad equilibrare lo sbilanciamento, normalmente viene proteso verso la coda della tavola sempre all’altezza della spalla se eseguito su kick, ma anche in questo caso dipende molto dalla manovra abbinata e dal tipo di salto utilizzato per staccare.

METHOD AIR:
Manovra tra le più semplici perchè in realtà non scompone per nulla e il rischio di perdere l’equilibrio e di atterrare distrosamente è davvero minimo.
Salta e grabba con la mano anteriore la lamina back-side, poi inarca la schiena e le gambe fino a rivolgere la soletta della tavola al cielo (con tutte le varianti possibili del caso)

MUTE:
Di solito il mute non viene mai eseguito senza essere abbinato ad una rotazione.
Consiste nel grabbare con la mano davanti la lama delle punte, tra i piedi.
Sono sempre le gambe che vanno alla mano (vengono cioè flesse al petto) e non viceversa.
Questo grab se abbinato a rotazioni backside permette di non “bloccare” la rotazione: il braccio per andare ad afferrare la tavola segue il suo naturale movimento di spinta per la rotazione.
Quello libero invece viene disteso in asse con la spalla e alla sua altezza verso la coda della tavola e leggermente dietro a voi.

INDY:
Afferrate la tavola con la mano posteriore (quella della coda) sulla lama delle punte in mezzo ai piedi, il braccio libero va disteso leggermente dietro a voi all’altezza della spalla.
Il trucco per eseguire questo trick, sta nel pensare di portare la tavola verso la mano e non viceversa: ciò permette di mantenere l’asse corporeo in equilibrio.
Ricordate, la grabbata va eseguita una volta che la parabola del salto è all’apice (o punto morto) e va tenuta il più possibile.
Questa manovra se non abbinata ad una rotazione è poco “stilosa” a meno che non venga bonata, eseguita cioè distendendo la gamba anteriore (cosa che va fatta dopo aver afferrato la tavola): in questo modo eseguiremo un indy nose bone; se poi lo fate pure air to facky in pipe (uscendo dritti e rientrando rovesci senza rotazione) sarete “super stilosoni”! E se lo piazzate alla fine di un switch frontside 180 e lo tenete a palla, potrete anche venderlo “lo stile” (in frontside 360 non parliamone).

IN AGGIORNAMENTO…

  • Parkerone on Facebook

  • CRAZYBOARDS ON YOUTUBE

  • CRAZYBOARDS ON VIMEO

    We Ride Parkerone 2015 - Crazyboards Team Snowboard
    We Ride Parkerone 2015 - Crazyboards Team Snowboard
    Sky Dancing - Bondone Snowboarding 2014 - CrazyBoardsTeam Snowboard
    Sky Dancing - Bondone Snowboarding 2014 - CrazyBoardsTeam Snowboard
  • Slideshow

Torna all'inizio